Breve guida alla comprensione della “scheda materasso”

apr
2015
29

scritto da on Bultex, Epeda, Materassi, Sistema Letto, Sleep

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Quando decidiamo di cambiare materasso e, per approcciarci all’acquisto, cominciamo ad informarci sui vari modelli di prodotto che il mercato ci propone, sempre più spesso veniamo letteralmente assaliti da una quantità incredibile di informazioni, molto più numerose e dettagliate di quanto ci saremmo aspettati, e soprattutto di difficile comprensione per un “non addetto ai lavori”.

Siti web, cataloghi, brochure e consulenti alla vendita accompagnano le descrizioni dei materassi con una quantità di termini, unità di misura, nomi di tecnologie e aggettivi che spesso non ci sono completamente chiari, e non ci aiutano nel mettere a confronto i materassi che abbiamo individuato.

Proprio per questo vogliamo dedicare un post a quelle che, secondo noi di Literie, sono le 4 caratteristiche “essenziali” di un materasso, caratteristiche che possiamo utilizzare come veri e propri “parametri” e che consentono di confrontare con più semplicità vari modelli fra loro.

1) Sostegno

È la capacità di un materasso di sostenere il peso del corpo.
Il sostegno di un materasso in linea generale dev’essere adeguato alla nostra corporatura ed è fondamentale per un corretto riposo.

Attenzione: esiste una profonda differenza tra il “sostegno” che un materasso offre al nostro corpo, e la “percezione di sostegno” che ne ricaviamo! Un materasso, infatti, può offrire un sostegno elevato anche quando lo percepiamo come “cedevole”, ed un materasso che sostiene correttamente non è per forza “rigido”! Tanto più un materasso è accogliente ed ergonomico, tanto meno ne percepiremo il sostegno, anche nel caso di modelli decisamente sostenuti!

2) Elasticità

L’ elasticità di un materasso è la sua capacità di tornare alla forma iniziale nel minor tempo possibile. Si tratta di un’altra caratteristica fondamentale per un buon riposo, poiché un materasso giustamente elastico reagisce correttamente ai movimenti che compiamo naturalmente durante il sonno, senza impedirli, ed evitando i fastidiosi microrisvegli che sono spesso la causa di un cattivo riposo.

3) Accoglienza

È la capacità di “accogliere” le forme del corpo senza opporre resistenza.
Spesso viene vista come un fattore solamente positivo (più è elevata, migliore è il materasso), ma, in realtà, non tutte le persone percepiscono come comodo un materasso molto accogliente. C’è chi, su di un materasso molto accogliente, ha la sensazione di “sprofondare”, oppure di non poter compiere con facilità i movimenti durante il sonno.
Anche questo fattore, insomma, deve essere commisurato alla nostra corporatura e soprattutto ai nostri gusti.

4) Ergonomia

L’ergonomia è la capacità di un materasso di adeguarsi alle forme del nostro corpo ed è il quarto elemento fondamentale per godere ogni notte di un buon riposo. Maggiore è la capacità ergonomica del nostro materasso, minore sarà il rischio di avere zone di eccessiva pressione (spesso causa di intorpidimenti e formicolii).

Attenzione anche in questo caso, a non confondere “accoglienza” con “ergonomia”: un materasso può fornire un’ottima ergonomia pur in presenza di un’accoglienza non elevata.

C’è un ultimo punto che desideriamo aggiungere, certo ancora più importante dei quattro precedenti: la scelta di un nuovo materasso non dovrebbe assolutamente prescindere dalla Prova di persona dei vari modelli. Solo provando per alcuni minuti e in tutta tranquillità un materasso, infatti, sapremo valutare rapidamente se si tratta di un modello che troviamo realmente confortevole e che ci fa sentire a nostro agio! Il materasso più adatto a noi è quello che, durante la prova, ci sembrerà più accogliente, pur sostenendo in modo uniforme il nostro corpo.

Non ci resta che augurare a tutti una buona scelta!

Share and Enjoy

Tags: , , , , , , ,

Lascia un Commento


× sei = 6


Email
Print