scritto da on Bultex, Materassi, Sistema Letto

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Dopo una giornata di intensa attività il nostro corpo ha bisogno di riposarsi a fondo e la nostra mente di rigenerarsi, grazie ad un sonno pieno e soddisfacente. Il materasso ha senz’altro un ruolo fondamentale nel regalarci un buon benessere di riposo, e proprio per questo dev’essere scelto con grande attenzione, dopo un’attenta valutazione di tutte le nostre esigenze e preferenze in fatto di sonno!

Il nuovo materasso SLAM, della linea Bultex, grazie alla sua struttura interna estremamente sofisticata e al suo rivestimento di elevata qualità, sa regalare ogni notte un comfort davvero sorprendente.

Sono 3 i materiali che lavorano in sinergia nella lastra interna di Slam, per renderlo ergonomico, accogliente e perfettamente elastico:

  • BultexCore: è il nuovo straordinario materiale nato nei laboratori Bultex. Mousse altamente tecnologica composta da alveoli indipendenti di dimensioni differenti, garantisce l’eccellente elasticità ed il sostegno preciso ed ergonomico di Slam
  • MemoryBX: materiale in grado di modificare la propria struttura molecolare con il calore del corpo, modellandosi alle sue forme, distribuisce perfettamente il peso su tutta l’area d’appoggio, a garanzia di un perfetto rilassamento di tutta la muscolatura.
  • Memory Red, di colore rosso, si trova al centro del materasso ed è realizzato per lavorare negli strati più interni, calibrando con estrema precisione il sostegno e l’accoglienza nei punti più delicati.

Il rivestimento di Slam è Practice, dedicato agli amanti della praticità senza compromessi. Sfoderabile e lavabile, è fornito di 6 maniglie orizzontali cucite, che ne rendono semplicissima la movimentazione, ed è disponibile in ben 5 modelli, differenti per tessuti ed imbottiture.

  • ICE CARE: fresca, lavabile e naturalmente traspirante, è la fodera che si prende cura del comfort di riposo di chi soffre di allergia.
  • SEASON è la fodera dedicata a chi desidera un comfort di riposo differente nelle diverse stagioni, grazie alla lana presente nell’imbottitura sul lato invernale ed al cotone organico sul lato estivo.
  • FEEL: massima accoglienza per questa fodera che sul lato invernale presenta un’imbottitura in Memory che garantisce la massima accoglienza del corpo.
  • SLIM: composta di solo tessuto, è dedicata a chi vuole contenere lo spessore del proprio materasso senza perderne tutte le proprietà.
  • ONE: con un’imbottitura a base di bamboo che garantisce un’ottima igiene e buon isolamento termico.

Per conoscere nel dettaglio tutte le caratteristiche del materasso SLAM, consulta il nostro  sito web, oppure vieni a provarlo senza impegno presso uno dei nostri Rivenditori Autorizzati!

scritto da on Benessere, Bultex, Materassi, Materiali

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Bultex Core è il nuovo straordinario materiale nato nei laboratori Bultex per rinnovare ancora una volta il concetto del dormire contemporaneo, dando vita a prodotti che fondono l’infinitamente confortevole con l’infinitamente benefico.

Grazie a Bultex Core, infatti, i materassi delle nuove linee Bultex e Bultex Plus garantiscono a lungo un’incredibile elasticità, una perfetto adattamento a tutte le corporature ed un sostegno di precisione infinitesimale, sposando alla perfezione un comfort eccellente ed un ineguagliabile benessere di riposo.

Bultex Core nasce nei laboratori Bultex grazie ad un’accurata ricerca sulla struttura molecolare dei materiali per il sonno tramite l’utilizzo di nanotecnologie. La struttura molecolare originaria del Bultex, ormai fra i materiali più noti e apprezzati nel mercato internazionale del bedding, è stata infatti modificata, ottenendo un nuovo materiale più performante.

Scopri con noi tutte le caratteristiche che rendono unico questo materiale!

PRECISO E CONFORTEVOLE
Ciò che rende unico Bultex Core è la sua riconosciuta capacità di adattarsi punto per punto all’anatomia di ogni corporatura, per un sostegno di precisione senza precedenti.  L’ergonomia è eccellente, poiché il materasso segue alla perfezione le forme del corpo, ed infinitamente precisa, in qualsiasi posizione di riposo e per ogni fisionomia.

ELASTICO
L’eterogeneità delle molecole che costituiscono la struttura di Bultex Core dà vita a materassi in grado di offrire una risposta sempre elastica ai naturali movimenti che si compiono durante il sonno, evitando così i fastidiosi microrisvegli che sono spesso la causa di un cattivo riposo, per garantire a lungo un perfetto benessere del sonno.

SANO ED IGIENICO
Migliorando la circolazione dell’aria all’interno del materasso, proprio grazie alla sua particolare struttura molecolare, Bultex Core garantisce un letto più fresco.
Naturalmente antibatterico, antiacaro e ipoallergenico, Bultex Core assicura inoltre un riposo sano e salutare, notte dopo notte per lunghissimo tempo.

ELEGGERO E RESISTENTE
La particolare struttura molecolare di Bultex Core determina l’estrema leggerezza di questo materiale, aumentandone al contempo la resistenza e la lunghissima durata delle performance. Caratteristica che garantisce l’incredibile facilità di spostamento dei materassi Bultex e Bultex Plus: facili da sfoderare, comodi anche da muovere, nei cambi di stagione.

Una curiosità, il nome stesso del materiale ci racconta le sue caratteristiche uniche:

BUL” si riferisce ai milioni di bollicine che compongono la materia e formano la sua struttura alveolare. Piccole “bolle” a nido d’ape che rendono unica e inimitabile la struttura del Bultex.

TEX” si riferisce alla sua consistenza eccezionale (texture) e alla sua flessibilità ed incredibile elasticità.

CORE” come il “cuore”, il “nucleo” della materia, infinitamente perfetto per prestazioni di massimo livello.

Il risultato?

Materassi di eccezionale comodità, di lunga durata, sani e dal supporto straordinariamente preciso.

Per chi cerca un materasso di qualità, innovativo e confortevole, scegliere Bultex Core è la garanzia di sperimentare eccellenza assoluta. Ti aspettiamo presso uno dei nostri numerosi Rivenditori autorizzati dove potrai provare di persona e senza impegno l’incredibile Comfort Bultex!

scritto da on Bultex

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Con le nuove ed esclusive collezioni Bultex e Bultex Plus ti invitiamo a scoprire due linee di materassi di altissima qualità, in grado di garantire un insieme unico ed inimitabile di benefici e di soddisfare anche le esigenze più sofisticate in materia di benessere.

L’elasticità è ottimale ed il comfort è eccellente, poiché i nostri materassi sono progettati per seguire perfettamente le forme del corpo, sostenendole con precisione, e regalando la massima autonomia di movimento anche per chi dorme in coppia.

Il sostegno offerto si diversifica e si modula proprio in risposta al peso e alla pressione esercitata dalle diverse zone del corpo, senza affossamenti e senza compressione, mantenendo così la corretta posizione della colonna vertebrale e delle sue naturali curve, per un benessere che ci accompagnerà per tutta la giornata!

Il segreto dei nostri materassi?

Un’esclusiva anima in Bultex Core, materiale altamente innovativo, realizzato per accogliere perfettamente il corpo disteso, distribuendo il nostro peso su tutta la superficie del materasso e adattandosi in modo naturale alla corporatura da sostenere e alle varie posizioni che assumiamo nel sonno.

Mousse ad elevata innovazione tecnologica, resa eccellente nelle performance dall’utilizzo delle nanotecnologie, Bultex Core è un materiale costituito da milioni di piccoli alveoli indipendenti e di dimensioni differenti, che formano un struttura alveolare a microcelle dalle caratteristiche davvero uniche, prima fra tutte la capacità di modellarsi perfettamente alle forme del nostro corpo.

Proprio grazie a questa particolare struttura “a nido d’ape”, Bultex Core è una mousse ad altissima resilienza, ed è questa sua caratteristica a renderlo un materiale dalle proprietà ineguagliabili.

La resilienza è la capacità di un materiale o di un composto di ritrovare la sua forma iniziale dopo l’esercizio di una pressione.

Perché è così importante per il benessere del riposo?

Perché, grazie a questa capacità, Bultex Core accompagna fedelmente i naturali movimenti che compiamo durante il sonno e risponde con precisione ad ogni sollecitazione, notte dopo notte, regalandoci a lungo un naturale e perfetto benessere del sonno.

Il sostegno che i nostri materassi offrono a chi si distende, si diversifica in base al peso e alla pressione esercitata dalle diverse zone del corpo, offrendo un equilibrio ideale e perfettamente naturale. Un vantaggio che garantisce inoltre a chi riposa sui nostri prodotti la massima libertà nel cambiare posizione, poiché le onde dinamiche causate dai nostri movimenti vengono assorbite, e non propagate, dal materasso.

Distendersi su un materasso in Bultex Core significa avere la certezza di godere a lungo di un comfort assoluto e di un riposo totale di ogni parte del corpo.

Se sei curioso di provare l’eccellente elasticità ed il comfort perfetto dei nuovi materassi in Bultex Core, vieni a provarli senza impegno presso uno dei nostri numerosi rivenditori autorizzati…

Ti aspettiamo!

scritto da on Benessere

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Da uomo, da donna, lungo, corto, in seta, in cotone, in pile, a camicia, a maglietta, a vestaglia… Il pigiama ormai non è più un tabù, anzi, è un vero “must” del nostro guardaroba, che rispecchia in tutto e per tutto la nostra personalità e il nostro umore!

Ma qual è la storia del pigiama?

Il termine “Pigiama” deriva dal persiano. L’Occidente deve la sua introduzione ai Britannici che a seguito delle loro conquiste in Asia del Sud durante il XVIII e XIX secolo portarono in patria sia l’indumento che il termine per identificarlo. Il nome originale persiano era Payjama, ovvero pay (gamba) e jamè (vestito), vestito per le gambe, da qui deriva il termine inglese Pyjamas e italiano pigiama.

Nonostante inizialmente il pigiama fosse utilizzato solo dagli uomini, è entrato nell’uso comune anche delle donne che lo scelgono per comodità o per sentirsi avvolte da un caldo abbraccio, soprattutto d’inverno, grazie a tessuti come il pile.

Il pigiama riduce la sensualità di una donna?

Al contrario di quanto si potrebbe supporre, il classico indumento, non va a incidere negativamente sulla femminilità.

Da una recente indagine dell’azienda di pubblicità italiana Brw risulta, infatti, che per la maggioranza dei maschi italiani (la survey è stata condotta su un panel di 720 uomini tra i 20 ed i 45 anni, selezionati tra le fasce di reddito medio-alto e distribuiti nelle città di tutta Italia) il pigiama è tra gli indumenti preferiti da vedere addosso alla propria partner nei momenti più intimi.

Sarà stato questo il motivo che ha spinto numerosi stilisti, come ad esempio Stella McCartney e Dolce e Gabbana, a creare pezzi da passerella ispirati al pigiama? In realtà già icone del passato come Coco Chanel e Marlene Dietrich reinventarono il loro stile conferendo all’indumento notturno tutta la dignità di un capo da passerella! Più recentemente, proprio a riconferma di ciò, il manifesto dell’ultimo film dedicato alla famosa stilista “Coco avant Chanel” della regista Anne Fontaine, ritrae l’attrice Audrey Tautou, la protagonista, a letto con indosso un capo bianco dai profili neri, che le dona un’aria molto minimal chic.

Anche artiste del mondo della musica, come ad esempio Rihanna si sono cimentate nel calcare il red carpet con un due pezzi firmato (ad es. Pucci). Il pigiama diventa così capo immancabile sia del guardaroba maschile che femminile, diventando oggetto dei sogni, nel vero senso della parola. Sì perché non è raro che anche durante la fase onirica del sonno ci si ritrovi… in pigiama!

Sognare di essere in pigiama, quale significato?

E’ abbastanza consueto che il sognatore si possa trovare immerso in una situazione avventurosa che viene “bloccata” dall’ accorgersi di essere in pigiama. Il significato, in questo caso, si deve ricercare nelle caratteristiche di riservatezza e intimità dell’indumento, in quanto più comunemente, lo stesso viene associato al momento del sonno e del riposo e non alle passerelle. Il pigiama è infatti un capo che si indossa in famiglia o nei momenti di relax e solitudine e molto spesso anche quando si è ammalati e quindi più vulnerabili.
Per questo motivo la sua presenza in un sogno segnala una condizione in cui il sognatore non si trova in una circostanza ottimale per affrontare le sfide che gli vengono poste dalla vita e si sente inadeguato o trascurato. Un ottimo punto di partenza su cui riflettere per risolvere le situazioni in cui non ci si sente a proprio agio affrontandole con grinta e determinazione.

Il pigiama e il tuo benessere del sonno

Ma ancora prima della sua valenza “estetica” ed “emozionale”, ciò che indossiamo nei nostri momenti di relax ha l’importante funzione di contribuire al nostro benessere di sonno, poiché ci aiuta nel creare il microclima di riposo ideale. Indumenti caldi ed avvolgenti d’inverno e freschi e traspiranti d’estate sono infatti un prezioso alleato per difendersi dal freddo e dalle temperature più calde… Il più comune pigiama, costituito da giacca e pantaloni, viene, soprattutto in estate, sostituito dalla semplice lingerie o da una maglietta in tessuto traspirante. Importante è comunque sempre indossare qualcosa quando fa molto caldo, almeno la biancheria, perché il cotone assorbe il sudore, regalandoci una sensazione di maggiore freschezza. Nelle altre stagioni, invece, c’è chi sceglie la flanella, chi la lana e chi il cotone. Le tipologie di tessuti e di modelli sono ormai davvero moltissime e arrivano a soddisfare tutti i gusti e le necessità…

Non ci resta che augurarvi di trascorrere tante splendide notti cullati da uno dei nostri materassi Bultex oppure Epeda.

 

scritto da on Bultex, Epeda, Fodere, FullNess

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

In prossimità dei cambi di stagione, soprattutto con l’arrivo dell’estate e delle temperature elevate, il nostro sonno può essere talvolta disturbato dai cambi di temperatura, in particolare per quanto riguarda i caldi estivi, capaci di modificare profondamente la qualità del nostro riposo, rendendolo più superficiale e frammentato.

Per aiutarci a godere di un sonno perfettamente rigenerante in ogni stagione, Epeda e Bultex offrono una vastissima gamma di materassi con due lati differenziati (lato invernale e lato estivo), grazie a fodere imbottite con materie prime differenti sui due lati di utilizzo, per garantire un riposo fresco e asciutto sul lato estivo, ed un abbraccio caldo e avvolgente sul lato invernale.

Tutte le Fodere Bultex ed Epeda hanno alla base un’attenta selezione dei materiali e un studio approfondito della loro incidenza sul corpo e sul riposo: proprio la fodera, infatti, è la parte del materasso con cui siamo maggiormente in contatto ed è l’elemento che determina per gran parte il microclima di riposo e l’igiene dell’intero sistema letto!

Per chi sceglie uno di questi materassi con due differenti lati di utilizzo, ad ogni cambio di stagione sarà sufficiente compiere un semplice gesto, cioè girare il proprio materasso sul lato adeguato, per continuare a godere di un perfetto comfort di riposo!

Il Sistema Fodere dei materassi Epeda: la qualità

Per differenziare il lato estivo ed il lato invernale nelle imbottiture dei propri materassi, Epeda ha scelto di accostare materie nobili e pregiatissime, utilizzando sia fibre naturali di origine vegetale (come il cotone per l’estate), che di origine animale (come la lana per l’inverno, in particolare il Cachemire), abbinate a nuovi materiali tecnologici che basano la loro forza sulle innovazioni costruttive, come il Memory Foam, l’imbottitura ergonomica per eccellenza, ed il NoSweet, l’imbottitura ad alta tecnologia che attraverso una sezione di forma irregolare aumenta la superficie su cui può “scorrere” l’umidità, assicurando un riposo sempre fresco e asciutto.

Un occhio di riguardo è sempre posto alla tecnologie di trattamento delle imbottiture, grazie all’innovativo sistema Fullness, che durante le fasi di lavorazione della fodera mantiene perfettamente intatte le peculiarità di tutti i materiali nobili utilizzati.

Anche i tessuti delle fodere rispondono ad un’attenta selezione, miscelando sapientemente la morbidezza e la naturalità della viscosa con le proprietà di resistenza e freschezza del cotone, per offrire un’accoglienza eccellente e perfettamente adeguata in ogni stagione ed in ogni clima.

Il Sistema Fodere dei materassi Bultex: l’alta innovazione

Anche i materassi Bultex possono essere personalizzati scegliendo fra alcuni esclusivi ed innovativi rivestimenti che offrono un lato estivo, fresco asciutto e traspirante, ed un lato invernale più caldo ed avvolgente.

I materiali utilizzati, accuratamente selezionati, contemplano la lana naturale ed il cotone organico, coltivato nel pieno rispetto dell’ambiente, con metodi e prodotti a ridotto impatto ambientale e senza l’uso di pesticidi e fertilizzanti chimici, e materiali innovativi e originali come i biopolimeri a base naturale, derivati dagli zuccheri presenti nel mais, nelle barbabietole e nella canna da zucchero, che hanno la caratteristica particolare di rendere la fodera fresca, igroscopica*, igienica e anallergica. Anche Bultex propone inoltre il Memory, l’imbottitura ergonomica per eccellenza, che, utilizzato sul lato invernale dei rivestimenti, assicura un contatto perfetto, una elevata sensazione di morbidezza ed un abbraccio caldo e avvolgente.

Fiore all’occhiello delle fodere Bultex sono i trattamenti ad altissima innovazione tecnologica che rendono perfette e durature le performance di tutte le imbottiture. Polar è un trattamento all’avanguardia, costituito da microcapsule attive in grado di reagire all’umidità dispersa dal corpo durante il sonno, favorendone l’eliminazione e rilasciando nel contempo microcristalli di mentolo, che regalano una piacevole sensazione di freschezza per tutta la notte. Airtouch è la tecnologia che, grazie alla creazione di microcuscinetti d’aria tra il corpo ed il materasso, accresce in maniera straordinaria le sensazioni di comfort di ogni fodera della linea Bultex. E ancora Cerfresh, espressamente realizzata per i prodotti Bultex Plus, è un particolare tessuto contenente filati di poliestere arricchito con particelle di ceramica ad alta densità, per esercitare un’azione termostabilizzante sul corpo…

E tu, hai girato il tuo materasso?

Una volta scelto per il tuo materasso Bultex o Epeda il rivestimento che si adatta al meglio alle tue esigenze ed alle tue preferenze in fatto di temperature di riposo,  non resta che ricordarsi di girarlo ad ogni cambio di stagione per godere a pieno di tutte le sue caratteristiche. Se non lo hai ancora fatto, ti consigliamo dunque di passare al lato estivo del tuo materasso, per assicurarti un buon riposo anche in questi giorni di caldo!

*Igroscopia: è la capacità di un tessuto o di una fibra di assorbire immediatamente l’umidità, offrendo un contatto fresco e sempre asciutto.

scritto da on Bultex, Epeda, Materassi, Sistema Letto, Sleep

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Quando decidiamo di cambiare materasso e, per approcciarci all’acquisto, cominciamo ad informarci sui vari modelli di prodotto che il mercato ci propone, sempre più spesso veniamo letteralmente assaliti da una quantità incredibile di informazioni, molto più numerose e dettagliate di quanto ci saremmo aspettati, e soprattutto di difficile comprensione per un “non addetto ai lavori”.

Siti web, cataloghi, brochure e consulenti alla vendita accompagnano le descrizioni dei materassi con una quantità di termini, unità di misura, nomi di tecnologie e aggettivi che spesso non ci sono completamente chiari, e non ci aiutano nel mettere a confronto i materassi che abbiamo individuato.

Proprio per questo vogliamo dedicare un post a quelle che, secondo noi di Literie, sono le 4 caratteristiche “essenziali” di un materasso, caratteristiche che possiamo utilizzare come veri e propri “parametri” e che consentono di confrontare con più semplicità vari modelli fra loro.

1) Sostegno

È la capacità di un materasso di sostenere il peso del corpo.
Il sostegno di un materasso in linea generale dev’essere adeguato alla nostra corporatura ed è fondamentale per un corretto riposo.

Attenzione: esiste una profonda differenza tra il “sostegno” che un materasso offre al nostro corpo, e la “percezione di sostegno” che ne ricaviamo! Un materasso, infatti, può offrire un sostegno elevato anche quando lo percepiamo come “cedevole”, ed un materasso che sostiene correttamente non è per forza “rigido”! Tanto più un materasso è accogliente ed ergonomico, tanto meno ne percepiremo il sostegno, anche nel caso di modelli decisamente sostenuti!

2) Elasticità

L’ elasticità di un materasso è la sua capacità di tornare alla forma iniziale nel minor tempo possibile. Si tratta di un’altra caratteristica fondamentale per un buon riposo, poiché un materasso giustamente elastico reagisce correttamente ai movimenti che compiamo naturalmente durante il sonno, senza impedirli, ed evitando i fastidiosi microrisvegli che sono spesso la causa di un cattivo riposo.

3) Accoglienza

È la capacità di “accogliere” le forme del corpo senza opporre resistenza.
Spesso viene vista come un fattore solamente positivo (più è elevata, migliore è il materasso), ma, in realtà, non tutte le persone percepiscono come comodo un materasso molto accogliente. C’è chi, su di un materasso molto accogliente, ha la sensazione di “sprofondare”, oppure di non poter compiere con facilità i movimenti durante il sonno.
Anche questo fattore, insomma, deve essere commisurato alla nostra corporatura e soprattutto ai nostri gusti.

4) Ergonomia

L’ergonomia è la capacità di un materasso di adeguarsi alle forme del nostro corpo ed è il quarto elemento fondamentale per godere ogni notte di un buon riposo. Maggiore è la capacità ergonomica del nostro materasso, minore sarà il rischio di avere zone di eccessiva pressione (spesso causa di intorpidimenti e formicolii).

Attenzione anche in questo caso, a non confondere “accoglienza” con “ergonomia”: un materasso può fornire un’ottima ergonomia pur in presenza di un’accoglienza non elevata.

C’è un ultimo punto che desideriamo aggiungere, certo ancora più importante dei quattro precedenti: la scelta di un nuovo materasso non dovrebbe assolutamente prescindere dalla Prova di persona dei vari modelli. Solo provando per alcuni minuti e in tutta tranquillità un materasso, infatti, sapremo valutare rapidamente se si tratta di un modello che troviamo realmente confortevole e che ci fa sentire a nostro agio! Il materasso più adatto a noi è quello che, durante la prova, ci sembrerà più accogliente, pur sostenendo in modo uniforme il nostro corpo.

Non ci resta che augurare a tutti una buona scelta!

scritto da on Benessere, Bultex, Epeda, Relax, Sleep

1 commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Dormire è un bisogno naturale e un’attività essenziale per garantirci un buon livello di benessere fisico e mentale durante la nostra vita quotidiana.  Ma si tratta anche di un fenomeno che varia sensibilmente da individuo a individuo: neonati, bambini, adolescenti, giovani, maturi o anziani che siamo, ogni età della vita è caratterizzata da una differente quantità di ore di sonno necessaria per rigenerarci. E non solo: le ore di sonno che ci servono per svegliarci con la sensazione di un pieno benessere variano anche a seconda del nostro stato di salute, del periodo che stiamo attraversando, del lavoro che facciamo e delle attività che svolgiamo durante il giorno…

Secondo una ricerca condotta presso l’Università di Duke, nella Carolina del Nord, esiste una differenza nel sonno anche fra i due sessi: le donne, infatti, hanno la necessità di dormire in media venti minuti in più a notte rispetto agli uomini.

Perché le donne hanno bisogno di dormire più a lungo?

Capaci di fare più cose allo stesso tempo (si tratta del celebre “multitasking” che caratterizza il sesso femminile), nel corso di una giornata le donne impiegano un maggior numero di aree cerebrali rispetto ai loro compagni. Una delle funzioni principali del sonno è proprio quella di consentire al nostro cervello di recuperare ed auto-ripararsi, perciò “più il cervello viene utilizzato nel corso della giornata – spiega il Dottor Jim Horne, direttore del Sleep Research Centre della Loughborough University (GB) – più ha bisogno di recuperare, e quindi necessita maggiormente di riposo”.

Proprio le donne, inoltre, vedono il loro sonno ulteriormente disturbato da alcuni stati fisici tipicamente femminili. Le numerose ricerche effettuate dalla National Sleep Foundation (NSF) ne hanno evidenziato i tre principali: le mestruazioni, la menopausa e la gravidanza. Stati che causano cambiamenti nei livelli ormonali (soprattutto su estrogeni e progesterone), con un impatto spesso negativo sulla qualità e la durata del riposo.

Il sonno femminile non è però minacciato solo da situazioni fisiologiche, ma anche dalle numerose responsabilità di cui le donne sono caricate all’interno della famiglia. L’allattamento, il gestire i bisogni dei figli durante la notte, il lavoro in casa, la sera, dopo una giornata di lavoro fuori casa, sono spesso motivo di stress. Come anche permettere ai figli di condividere il proprio letto.

Insomma, per ragioni biologiche e per lo stile vita, sono le donne ad essere le più esposte ai rischi della mancanza di un riposo adeguato!

Qualche consiglio

La ricerca divulgata dall’Università di Duke dimostra che la carenza di sonno nelle donne può causare sbalzi di umore, depressione, aumento degli stati infiammatori nell’organismo e, nei casi più gravi, disturbi cardiaci.

Dormire male, insomma, ha ripercussioni sullo stato fisico, mentale e sull’attenzione e per questo motivo è importante sfruttare al meglio tutte le nostre ore di sonno! La ricerca “Women and Sleep” della NSF ci suggerisce alcuni accorgimenti che possono aiutare a riposare meglio. E’ sempre importante:

1 – Avere tempi di sonno regolari. Una routine con orari ben definiti in cui coricarsi e svegliarsi.

2 – Fare esercizio regolarmente e smettere di lavorare almeno tre ore prima di coricarsi.

3 – Evitare i cibi e le bevande ad alto contenuto di caffeina (caffè, cola, tè e cioccolata) e alcol prima di coricarsi. Anche la nicotina può rendere difficile l’addormentarsi e può portare ad un sonno frammentato, quindi è meglio evitarla.

4 – In caso di neonato da gestire è fondamentale cercare un aiuto tra parenti e amici al fine di ottenere un paio di ore di sonno in più ogni settimana fino a quando il bambino non dormirà per tutta la notte.

Inoltre, sia per le donne che per gli uomini, esistono consigli generali che è sempre importante considerare prima di andare a dormire:

- Guardare la Tv e lavorare sul pc possono incidere sul sonno a causa della luce emessa dai dispositivi. Meglio leggere una rivista o un libro ;)

- Un bagno o una doccia calda aiutano a rilassarsi e a scaldare il corpo.

- Per migliorare il sonno si suggerisce di abbassare la temperatura della stanza (dai 15.5 -19.5 gradi) così da creare un’escursione termica che provochi abbassamento della temperatura corporea, stato che aiuta l’addormentamento. In particolare, per le donne, una o due settimane prima dell’inizio del ciclo. Se siete in menopausa, inoltre, un ambiente fresco può anche aiutare a superare sudorazioni notturne e le vampate di calore.

- Come indicato precedentemente vale l’equazione buone abitudini = buon sonno.

- Luci e rumori possono disturbare il sonno. Per questo si consiglia di utilizzare tende oscuranti, orologi e sveglie non rumorosi da posizionare in un luogo non facilmente visibile.

- La posizione che viene scelta per dormire influisce sul riposo, quindi è importante mettersi comodi. Per le donne incinta, per esempio, è consigliato dormire di lato perché questo aiuta il flusso sanguigno.

E se proprio non è possibile godere di tutte le ore di sonno necessarie durante la notte, resta comunque valida, soprattutto per le donne, l’opzione “siesta”: un’abitudine oggi approvata anche dai più noti esperti del sonno a livello internazionale, che ne riconoscono i benefici a patto che non se ne abusi: il “pisolino”, infatti, non dovrebbe mai superare i 90 minuti di durata.

Vale dunque la pena per ogni donna di dedicare tempo ed attenzione nella ricerca di una giusta combinazione fra tempi di lavoro e tempi di riposo, per sfruttare nel modo migliore le ore di sonno, e trarne i maggiori benefici possibili. Ne gioverà sicuramente anche la propria vita quotidiana!

Sonno e bellezza

feb
2015
04

scritto da on Benessere, Bultex, Epeda, Materassi, Relax, Sleep

Nessun commento

blog_sonnoebellezza-02
  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Le nostre nonne ce l’hanno ripetuto all’infinito, ma ora è anche scientificamente provato: il sonno è un vero e proprio segreto di bellezza!

Da tempo ormai la scienza ci ha confermato che la carenza di sonno, specialmente se cronicizzata, ha conseguenze sull’aumento di peso, sul diabete, sulle deficienze immunitarie e sulla crescita del rischio di patologie neurovegetative. Se il legame fra sonno e salute è dunque uno dei capisaldi scientifici della nostra era, da qualche anno la ricerca medica si è rivolta ad indagare gli effetti del buon riposo sul nostro aspetto fisico… Con risultati che confermano in pieno un segreto di bellezza (soprattutto per pelle) che molte donne al mondo conoscono bene!

Uno studio condotto dall’University Hospitals Case Medical Center a Cleveland (commissionato dall’azienda cosmetica Estée Lauder) ha dimostrato che la pelle delle donne che dormono in media sette ore per notte risulta più “giovane”, di 4 o 5 anni, della pelle di donne che invece totalizzano meno di cinque ore di riposo per notte. Per queste ultime fenomeni quali la comparsa di piccole rughe, una pigmentazione irregolare, episodi di rilassamento cutaneo e di perdita di elasticità si presentano con un’incidenza doppia rispetto alle “buone dormitrici”, che oltretutto vantano migliori tempi di recupero della tonicità dopo prolungate esposizioni al sole e alterazioni della temperatura.

Ma cosa accade concretamente alla nostra pelle durante il sonno?

Nelle ore di riposo il nostro metabolismo si modifica, e durante le prime due ore il corpo si dedica ad un lavoro di “pulizia” delle cellule, grazie all’eliminazione delle tossine e delle proteine danneggiate (è la fase detta del “catabolismo”). Una volta compiuta questa prima fase, il lavoro successivo consiste nella “riparazione” delle cellule danneggiate e nella ricostruzione del DNA. Durante il sonno, insomma, il nostro tessuto epiteliale si rigenera, grazie a nuove cellule che vanno a sostituire quelle vecchie e danneggiate.
Quando il sonno è troppo breve, oppure di cattiva qualità – spiega Nadine Perdonet, responsabile della ricerca condotta a Cleveland – la fase del catabolismo non si completa come dovrebbe, e le tossine non eliminate dalle nostre cellule causano la produzione di radicali liberi.

Il risultato? La nostra pelle è visibilmente stanca e spenta, e spesso compaiono sul nostro viso anche le “occhiaie”, i classici cerchi scuri attorno agli occhi causati da una dilatazione nei vasi sanguigni…

Sono sufficienti due notti di buon riposo rigenerante per migliorare la qualità della nostra pelle. Mentre per godere a pieno di tutti i benefici del sonno per la nostra salute, è necessario garantirsi una quantità regolare di ore di sonno di buona qualità, giorno dopo giorno, anno dopo anno.

Il nostro consiglio per un sonno duraturo e rigenerante?

Andare a dormire sempre alla stessa ora, in un ambiente ben aerato e senza la presenza di cellulari e tablet accesi, non bere bevande eccitanti come alcool o caffeina nelle tre ore che precedono il sonno, e soprattutto scegliere un materasso perfettamente adeguato alle proprie esigenze di riposo, solido, accogliente e confortevole al punto giusto!

Per questo con i nostri Brand Bultex ed Epeda, proponiamo solo linee di materassi di altissimo livello, realizzati con materiali all’avanguardia e materie prime di alta qualità, proponendo una vasta gamma di prodotti in cui l’innovazione tecnologica è messa al servizio del benessere, della salute… e anche della bellezza dei nostri Clienti!

Vi aspettiamo presso i nostri Rivenditori autorizzati Bultex ed Epeda per provare i nostri esclusivi materassi!

scritto da on Benessere, Bultex, Epeda, Materassi, Relax, Sleep

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

C’è chi lo ama perché lo associa alla magia della neve, all’aria frizzante, ai berretti e alle sciarpe colorate; c’è chi lo odia, perché non sopporta i brividi e le mani e i piedi sempre gelati: è il freddo!

L’inverno ormai è arrivato e con lui anche le basse temperature e i primi grandi freddi.

Ma che impatto ha il freddo sul nostro sonno? Aiuta o meno a dormire bene? La risposta è: dipende! Dipende da come utilizziamo il riscaldamento nelle nostre case e da altri piccoli accorgimenti facili da seguire e mettere in pratica.

Innanzitutto possiamo dire che il freddo è amico del sonno. La temperatura ideale dell’ambiente in cui si dorme dovrebbe restare introno ai 18° poiché è dimostrato che temperature più alte possono provocare insonnia e disturbi del riposo.

Nei mesi invernali, inoltre, ci si addormenta prima perché l’organismo normalmente riduce la temperatura per favorire il sonno.

Come aiutare dunque il freddo ad agevolare il nostro riposo, senza correre il rischio di “battere i denti?”

Punto 1. NON ESAGERARE CON I TERMOSIFONI

Con l’arrivo del freddo e delle temperature rigide si tende ad alzare molto la temperatura di termosifoni e caloriferi. Il consiglio è di non esagerare e di spegnere i riscaldamenti almeno due ore prima di andare a letto. Eviterete di rigirarvi tra le coperte (che vi sembreranno troppo calde) in preda all’insonnia. Meglio una coperta in più che una stanza eccessivamente riscaldata.

Punto 2. ARIEGGIARE!

Anche d’inverno è di fondamentale importanza arieggiare la stanza in cui si dorme. Tenere le finestre aperte per un po’ aiuterà a cambiare aria e “sanificare” l’ambiente, dando una sensazione di freschezza, indispensabile per un buon sonno. Anche col freddo, quindi, è d’obbligo lasciare le finestre aperte almeno per mezz’ora ogni mattina!

Punto 3.  NO ALL’ARIA SECCA

Nei mesi freddi anche la qualità dell’aria della camera da letto è importante. Caloriferi, termosifoni, riscaldamenti a pavimento possono rendere l’aria molto secca, impedendovi di dormire bene. Risolvete il problema utilizzando un umidificatore o posando sui termosifoni asciugamani umidi.

Vi accorgerete di dormire molto meglio!

Punto 4. PRERISCALDATE IL LETTO

Se il pensiero di affrontare le lenzuola gelide vi fa rabbrividire, niente paura, bastano piccoli espedienti per entrare nel letto e ricevere subito una sensazione di accoglienza e calore.

Sono molti infatti i gadget da usare per questo scopo: boule con acqua calda, sacchi con noccioli di ciliegio o altri semi da riscaldare nel microonde… Ricordatevi di avvolgerli in asciugamani per evitare scottature!

 

Foto di Evelina Larson

Punto 5. SÌ A UN BUON MATERASSO!

Se il materasso è in grado di regalarvi un’accoglienza avvolgente e soffice, dormire in inverno sarà un piacere impareggiabile! Scoprite i materassi Literie dall’accoglienza avvolgente, come Bultex con rivestimento Body Soft, un’imbottitura deliziosamente gradevole che saprà accogliere il corpo disteso in un soffice abbraccio; oppure i materassi Epeda con la preziosa fodera Centenaire, un modello ad alto spessore e ricca imbottitura, che vi coccolerà con la sua morbidezza.

E quando viene l’estate? Basterà semplicemente girare il materasso per avere un comfort più fresco ed elastico!

Andate su www.bultex.it e www.epeda.it per scoprire le imbottiture dei nostri materassi in cachemire, lana, memory, cotone, oppure chiedete ai nostri Rivenditori Ufficiali!

Buon riposo invernale, da Literie!

 

 

scritto da on Benessere, Bultex, Epeda, Guanciali, Relax

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Natale ormai incombe: ancora indietro con i regali?

Literie vi suggerisce un’idea per un regalo originale, utile e sicuramente molto molto gradito: il comfort dei guanciali Literie!

I guanciali Literie, delle linee Epeda e Bultex, sono preziosi alleati per il benessere del sonno: realizzati in materiali di altissima qualità e con tecniche produttive all’avanguardia, sono progettati per offrire una straordinaria esperienza di riposo.

Tutti i guanciali Bultex ed Epeda sono realizzati in MemoryBx, un materiale termovariabile in grado di modificare la propria struttura automodellandosi alle forme del corpo, per offrire un perfetto equilibrio tra sostegno e accoglienza e garantire un comfort insuperabile. Il MemoryBx, inoltre, assicura al guanciale una corretta traspirazione grazie a una porosità molto elevata che agevola il passaggio dell’aria.

Regalerete un sonno piacevole, fresco e sano!

I guanciali Literie sono disponibili in diversi modelli e formati, per rispondere alle differenti esigenze e gusti in fatto di riposo.

Literie Guanciali Cervicale

Il modello “a onda” accoglie adeguatamente la zona cervicale, garantendo una corretta posizione del tratto spalla-collo, per notti di comfort e risvegli di puro benessere. Questo modello  “sagomato”, con due differenti altezze nello stesso guanciale, risponderà con precisione alle specifiche esigenze di riposo di ogni diversa  corporatura.

Un guanciale contemporaneo, versatile, deliziosamente gradevole, per un regalo di Natale sorprendente!

Il modello dalla classica forma “a saponetta” di Literie rappresenta l’evoluzione tecnologica del guanciale tradizionale, un classico rivisitato per rispondere al meglio alle moderne esigenze di riposo. È realizzato per accogliere perfettamente la zona cervicale, assecondandone la naturale curvatura e garantendo un benessere che dura tutta la notte e che continua a dare i suoi benefici per tutto il giorno.

Anche questo modello di guanciale è realizzato interamente in MemoryBx, per sostenere il tratto cervicale in modo corretto e offrire un comfort irrinunciabile.

Tutti i guanciali Literie della Linea Bultex e della Linea Epeda, hanno un rivestimento in 100% cotone lavabile in lavatrice, per aumentare ancor di più la freschezza del materasso e garantire il mantenimento di condizioni igieniche impeccabili.

I guanciali Literie sono proposti in una pratica ed elegante confezione, che ne fa un oggetto da regalo di forte appeal: piacevole, originale, utile, unico!