scritto da on Benessere, Posizioni, Relax, Sistema Letto, Sleep

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Il sonno è un particolare stato del corpo in risposta al naturale bisogno di riposo. È un momento indispensabile di recupero di tutte le energie fisiche e mentali che spendiamo quotidianamente: il corpo e la mente si rigenerano e lo stress viene cancellato in vista della nuova giornata. Tutto questo, naturalmente, accade solo se il nostro è un “sonno di qualità”, ritemprante e rigenerante.

Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, dormire è per il nostro corpo è un’attività intensa! È infatti durante il sonno che alcune funzioni biologiche, come l’assimilazione delle sostanze nutritive e la produzione degli ormoni della crescita nei bambini e adolescenti, raggiungono il loro massimo. È sempre durante il sonno, inoltre, che i tessuti si ricostruiscono e i muscoli si rilassano. Anche il cervello beneficia di una temporanea sospensione della coscienza per memorizzare le informazioni e, attraverso il sogno, sperimenta la possibilità di esprimere contenuti dell’inconscio, regolando istinti, emozioni, paure.

Pur essendo indispensabile per tutti, non è possibile definire la quantità di sonno ideale: le differenze, anche notevoli, variano da persona a persona e dipendono in primo luogo dall’età, ma sono legate anche alle attività quotidiane, alle caratteristiche fisiche e a molti altri fattori. E’ noto che i bambini necessitano di un maggior numero di ore di riposo rispetto agli adulti, che dormono mediamente tra 7 e 8 ore.  Per alcune persone sono però sufficienti poche ore di sonno per risvegliarsi pieni di energie. Il segreto per definire la quantità giusta di sonno? A qualsiasi età, il consiglio è sempre lo stesso: imparare ad ascoltare il proprio corpo e fare in modo di non sentirsi mai affaticati e stanchi al risveglio.

La qualità del sonno

Anche dal punto di vista della qualità, un riposo ottimale dipende da molti elementi: fra i fattori personali sono sicuramente importanti lo stato di salute, il nervosismo e le preoccupazioni, ma anche l’alimentazione, il movimento e lo stile di vita in generale. L’ambiente esterno ci condiziona invece attraverso rumori, luminosità, temperatura e umidità. Infine non è da trascurare il tipo di letto e la condizione del materasso e dei guanciali.

La scelta di un materasso adeguato, che accolga e sostenga il nostro corpo, è sicuramente la componente più importante per creare l’ambiente adatto ad un “sonno di qualità”: scegliendo il materasso più adatto a soddisfare tutte le nostre esigenze (di sostegno, accoglienza, termoregolazione e igiene) potremo regalarci un sonno tranquillo, senza risvegli notturni, e trarne sia benefici dal punto di vista mentale che un rilassamento muscolare di tutto il corpo e in particolare di collo, spalle e arti. Un buon sonno è importante soprattutto per la schiena perché i dischi intervertebrali, continuamente sollecitati durante il giorno, continueranno a lavorare anche durante la notte se la colonna vertebrale non è in una posizione naturale e perfettamente a riposo!

Non dimentichiamo infine che anche una buona base letto e la disposizione del letto nella stanza in cui dormiamo sono fattori che possono influenzare notevolmente il nostro riposo.  Per questo è bene scegliere con cura ogni elemento, e creare l’ambiente ideale per accogliere i nostri sogni!

La Rete Heavy

mag
2013
17

scritto da on Benessere, Piano letto, Rete, Sistema Letto

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Per chi desidera solidità e resistenza assolute

Grazie al telaio in ferro di grande spessore, la rete Heavy è garanzia di solidità, resistenza e di elevatissima stabilità.

Struttura: telaio in ferro

Doghe: in multistrato di faggio

14 doghe per piazza

Larghezza doghe: 68 mm

Heavy unisce la solidità e la resistenza del telaio in ferro ad alto spessore (50mm x30mm) ad una stabilità elevatissima data dai piedi di grande diametro con aggancio a vite disponibili in diverse altezze.

 

La verniciatura a polveri epossidiche in un elegante tonalità di grigio assicura la massima protezione e protezione nel tempo mentre gli angoli arrotondati, permettono il facile inserimento in ogni tipo di letto.

 

Le quattordici doghe per lato, realizzate in faggio a sette strati, garantiscono un adeguato supporto ad ogni tipo di materasso ed un’ottima ergonomia grazie alla particolare lavorazione della zona spalla ed alla possibilità di regolare il sostegno nella zona centrale per mezzo di pratici cursori.

 

Per ulteriori informazioni e per conoscere i prezzi, rivolgiti al tuo rivenditore Bultex o Epeda di zona!

www.epeda.it
www.bultex.it
www.literieitalia.com

scritto da on Benessere, Relax, Sleep

2 commenti

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Può capitare di soffrire di disturbi del sonno, oppure semplicemente di “dormire male”, e non accorgersene nemmeno.

I problemi di sonno sono infatti talvolta difficili da notare e complessi da affrontare, ma è davvero importante saperli riconoscere poichè dormire male può peggiorare la qualità della vita, ostacolare il raggiungimento dei nostri obiettivi e rendere difficoltosa e faticosa  la realizzazione dei nostri progetti.

Tra i segnali più frequenti di un cattivo riposo ci sono questi diffusissimi disturbi:

- Impiegare più di 10-15 minuti ad addormentarsi

- Fare fatica a svegliarsi ed alzarsi dal letto

- Dopo pranzo, sentire la necessità di fare un pisolino, anche di pochi minuti

- Sentirsi immediatamente stanchi dopo cena

- Svegliarsi a volte durante la notte e non riuscire più a riprendere sonno.

insonnia

Quando si dorme male, si incorre in alcune inevitabili conseguenze, evidenziate nelle ricerche degli studiosi statunitensi Melinda Smith, Lawrence Robinson e Robert Segal. Tra queste:

- percezione di stanchezza, fatica e mancanza di motivazione

- maggiore irritabilità

- minore creatività e ridotta capacità di risolvere problemi e prendere decisioni

- aumento dello stress

- indebolimento del sistema immunitario

- problemi di concentrazione e memorizzazione

- possibile aumento di peso e insorgenza di problemi di salute correlati, come il diabete

- difficoltà nell’eseguire movimenti complessi che richiedono coordinazione.

Si tratta di cambiamenti difficili da notare: la differenza fra una persona più o meno irritabile, ad esempio, non è netta, e raramente il nervosismo viene attribuito al sonno.

Un riposo di qualità è dunque determinante perché corpo e cervello si mantengano in perfette condizioni, proprio grazie all’alternanza delle diverse fasi del sonno: secondo ricerche condotte da Jeffrey Ellenbogen dell’Università di Stanford e da Melinda Smith, durante le fasi di sonno profondo si riparano i muscoli e i tessuti corporei danneggiati, mentre durante la fase REM si creano nuove sinapsi, per memorizzare e ricordare meglio le informazioni.

Ecco quindi tre semplici consigli per tornare a dormire in modo naturale e rigenerante per il corpo e per la mente:

sonno

1 – Svegliarsi presto e andare a dormire quando si è stanchi

Il singolo cambiamento che più impatta sulla qualità del sonno è l’ora della sveglia: svegliarsi regolarmente al mattino presto consente, dopo i primi giorni di adattamento, di essere più reattivi, sentirsi meglio con il proprio corpo e ridurre i problemi di sonno, sia di giorno che di notte.

Il principale motivo è che la luce del mattino è benefica per l’organismo: l’orologio biologico è settato in base alla quantità di luce percepita dall’occhio. Si tratta di un meccanismo vecchio di millenni, che risale a quando l’uomo seguiva il ciclo della natura svegliandosi all’alba e andando a letto poco dopo il tramonto.

Se ti svegli presto, ricomincerai a seguire il ritmo per il quale il corpo si è adattato con l’evoluzione.

Inoltre, è bene abituarsi ad andare a dormire quando si è stanchi, senza necessariamente seguire un orario fisso. Molti parametri incidono infatti sul nostro livello di stanchezza: ad esempio l’attività fisica, lo stress mentale, la stagione e il clima, l’alimentazione.

Imparando ad ascoltare il corpo si capisce quando è l’ora di andare a dormire senza guardare l’orologio.

luci tenui

2 – Usare luci tenui di sera

L’orologio biologico si regola in base al livello di luminosità dell’ambiente circostante: se la casa è illuminata con luci troppo forti il cervello è portato a pensare che sia giorno.

Nonostante la stanchezza fisica e la difficoltà di concentrazione, la tua mente si rifiuterà di innescare i cambiamenti metabolici necessari per dormire. Il processo di addormentamento inizierà solamente quando spegnerai la luce andando a letto.

Per addormentarsi meglio e più rapidamente è invece opportuno iniziare ad abbassare il metabolismo almeno 30 minuti prima di coricarsi, con attività che non richiedono un grande sforzo mentale: leggere o dedicarsi ad un hobby tranquillo è sicuramente più indicato che stare davanti alla tv o al computer e ai loro schermi luminosi.

silence

3 – Usare i suoni intelligentemente

L’orecchio è direttamente collegato all’ipotalamo, la parte dell’organismo che regola il ritmo sonno/veglia: gli impulsi neuronali provenienti dal timpano influiscono così sui cambiamenti endocrini necessari per dormire bene.

È quindi importante riuscire a riconoscere i suoni benefici per l’organismo, che favoriscono il sonno, da quelli nocivi che lo disturbano.

Una ricerca di Mathias Basner rivela che basta un rumore di 39 decibel, equivalente a un sussurro, per turbare la fase REM (quella più importante per il riposo) e accelerare il battito cardiaco. Dormendo in una stanza da letto rumorosa, il sonno viene interrotto senza che lo si avverta o lo si ricordi, anche quando la mente decide di non svegliarsi del tutto.

Al contrario, alcuni suoni possono favorire il rilassamento e il riposo: secondo una ricerca della Kingston University, una musica studiata per rilassare il corpo può ridurre mediamente la frequenza cardiaca di 2,5 battiti al minuto.

E infine una curiosità: combinando queste due ricerche è possibile comprendere perchè alcuni tipi di rumore a frequenza costante aiutano a rilassarsi e favoriscono il sonno. Il ventilatore, il motore dell’auto, il phon per capelli, la pioggia sono esempi di “rumore bianco”, in grado di cancellare qualsiasi altro stimolo sonoro ambientale di pari intensità e coprire quindi i rumori che disturbano la fase REM.

Con questi semplici accorgimenti è quindi possibile dormire meglio e ritrovare un nuovo benessere per il corpo e la mente… Perchè non provare?

 

Fonti:

http://www.professioneformatore.it/dormire-bene-3-tecniche-per-i-disturbi-del-sonno

http://helpguide.org/life/sleep_disorders.htm (Aggiornamento: Marzo 2013)

scritto da on Benessere, Bultex, Materassi, Materiali, Sistema Letto, Sleep

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Scopri le eccezionali caratteristiche e i benefici del materiale Bultex!

Mousse ad alta resilienza

Garantisce comfort, elasticità e indeformabilità.
Dal momento in cui ci si alza dal letto, il materasso ritrova la sua forma iniziale, notte dopo notte, anno dopo anno.

Milioni di alveoli indipendenti
ed elastici

Conferiscono ai prodotti in Bultex  un caratteristico “sostegno progressivo”: una resistenza proporzionale al peso corporeo per un equilibrio ideale. Ogni movimento del corpo viene accompagnato in modo naturale e progressivo.

Alveoli di forma irregolare (spigoli di dodecaedri di dimensioni differenti)

Determinano il fenomeno dell’Anisotropia: il cuore in Bultex  reagisce in maniera  diversa in funzione della direttrice di sollecitazione. Questo garantisce a chi riposa su un materasso in Bultex un perfetto sostegno, adattato ad ogni parte del corpo, senza affossamenti e senza compressione.

Alveoli eterogenei (di misure differenti fra loro)

Determinano una maggiore capacità di risposta elastica alle sollecitazioni, quindi miglior sostegno.

Materiale leggero

Offre una incredibile facilità di spostamento dei prodotti: facili da sfoderare, facili da muovere.

Alveoli aperti

Garantiscono una circolazione naturale dell’aria. La ventilazione spontanea del materasso impedisce la proliferazione degli acari

Nessun componente minerale, vegetale, animale

Per un materiale ipoallergenico, antibatterico e antiacaro, che garantisce un’igiene eccellente

 

La Rete Chrono

apr
2013
04

scritto da on Benessere, Materiali, Piano letto, Rete, Sistema Letto

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Grazie al modernissimo telaio metallico profilato con angolari in alluminio pressofuso, la rete Chrono offre un’ergonomia eccellente e uno splendido design.

 

chrono

Le eccellenti caratteristiche di rigidità del telaio metallico ad alto spessore (50mm x 40mm) unito agli speciali supporti ammortizzati ad ampia escursione assicurano il perfetto funzionamento delle doghe su su tutto l’arco di curvatura.

Le doghe rastremate nella zona spalle facilitano l’accoglienza evitando dannose pressioni,  mentre è possibile regolare con precisione il sostegno nella zona centrale grazie a cursori facilmente posizionabili. Ciò permette a ciascuno di personalizzare l’ergonomia del sistema letto in base alla propria struttura corporea e al materasso utilizzato.

Struttura: telaio profilato metallico

Doghe: in multistrato di faggio

28 doghe per piazza nel modello con lunghezza 190-195 cm
30 doghe per piazza nel modello con lunghezza 200 cm

Larghezza doghe: 38 mm

Per ulteriori informazioni e per conoscere i prezzi, rivolgiti al tuo rivenditore Bultex o Epeda di zona!

www.epeda.it
www.bultex.it
www.literieitalia.com

La Rete Strong

mar
2013
04

scritto da on Benessere, Materiali, Piano letto, Rete, Sistema Letto

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

La rete Strong:
Sostegno perfetto e prestazioni a lunga durata!

Robustezza e stabilità sono le due principali caratteristiche di Strong, una solidissima rete con telaio in legno e doghe in multistrato di faggio.
Questa rete assicura prestazioni stabili e durature nel tempo grazie ad un telaio ad alto spessore (70X30 mm) rinforzato da quattro innovativi supporti angolari in nylon ad alta resistenza, con profilo antischeggia e antirumore.
Le doghe sono fissate al telaio grazie a speciali invasi in resina termoplastica altamente resistente alle abrasioni, garanzia di durata e silenzionsità. Gli invasi che collegano le doghe al telaio sono inoltre progettati per consentire un perfetto movimento della doga sotto carico, che risulta così silenziosa ed elastica.

Per il massimo della personalizzazione, tutte le doghe nella zona centrale della rete Strong sono dotate di speciali cursori che consentono di regolare facilmente e a proprio piacimento la rigidità del supporto.

La rete Strong offre un supporto perfetto a tutti i tipi di materasso: a molle, in Bultex, in lattice, in materiali viscoelastici.

Struttura: telaio in legno Doghe: in multistrato di faggio

14 doghe per piazza nel modello con lunghezza 190-195 cm

15 doghe per piazza nel modello con lunghezza 200 cm

Larghezza doghe: 68 mm

Strong modello con MOVIMENTO MANUALE

Strong Manuale consente di alzare sia la zona testa che la zona piedi, regolandone l’inclinazione su diverse posizioni.

Il movimento è garantito da due snodi indipendenti (uno alzatesta e uno alzapiedi), ciascuno dotato di una doppia cremagliera.

Il modello matrimoniale è dotato di due alzate indipendenti sia per la testa che per i piedi all’interno di un unico telaio: ciò consente di regolare la rete nella parte destra e nella parte sinistra su altezze differenti.

Strong modello con MOVIMENTO MOTORIZZATO

Strong Motorizzata consente di alzare sia la zona testa che la zona piedi, regolandone l’inclinazione su diverse posizioni.

Il movimento è garantito da una doppia alzata indipendente (una alzatesta e una alzapiedi) a movimento elettrico, con alzaguanciale nella parte testa, per un maggior comfort della zona cervicale, e doppio snodo nella parte piedi, per meglio adeguarsi alla naturale biometria del corpo.

Il motore è provvisto di serie del sistema Stop Current che blocca il passaggio della corrente quando i motori non vengono azionati, e di una batteria per i movimenti di emergenza in caso di assenza di tensione.

Il modello matrimoniale è dotato di due alzate indipendenti all’interno di un unico telaio: ciò consente di regolare la rete nella parte destra e nella parte sinistra su altezze differenti.

La rete Strong viene fornita dotata di telecomando a filo.
Su richiesta può essere acquistato anche il telecomando ad infrarossi

Per ulteriori informazioni e per conoscere i prezzi, rivolgiti al tuo rivenditore Bultex o Epeda di zona!
www.epeda.it
www.bultex.it
www.literieitalia.com

scritto da on Benessere, Bultex, Materassi, Materiali, Relax

1 commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Bultex non è un semplice brand, è in primo luogo il nome di un vero e proprio materiale che negli ultimi anni ha completamente rivoluzionato l’universo dei prodotti per il riposo.

Lasciati sedurre dalle eccezionali proprietà di questo modernissimo materiale: leggero, confortevole e accogliente, ma anche resistente, flessibile ed estremamente elastico, il Bultex è inoltre per sua natura traspirante e assolutamente igienico!

Composto da una miscela di sostanze che utilizzano polimeri a base di acqua come componente principale, il Bultex accoglie perfettamente il nostro corpo disteso, distribuendo il peso su tutta la superficie del materasso e adattandosi in modo naturale alla corporatura da sostenere e alle varie posizioni che assumiamo nel sonno.

Mousse dalla tecnologia assolutamente unica e innovativa, il Bultex è costituito da milioni di piccoli alveoli indipendenti e di dimensioni differenti.

Questa struttura a microcelle presenta caratteristiche davvero uniche, tutte studiate per offrire il massimo dei vantaggi ai nostri Clienti: i milioni di alveoli che costituiscono il Bultex sono tutti aperti (per una circolazione ottimale dell’aria), di forma irregolare (spigoli di dodecaedri) e di misure differenti, per migliorare la risposta elastica e offrire un sostegno differenziato ad ogni parte del corpo.

Il risultato? Materassi dal comfort eccellente, per un riposo davvero ottimale!

La Rete Sound

feb
2013
18

scritto da on Benessere, Materiali, Piano letto, Rete, Sistema Letto

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

La rete Sound:
Perfetta per garantire la massima ergonomia del materasso

Sound è una rete in legno con telaio e doghe in multistrato di faggio. Le doghe sono fissate al telaio grazie ad un supporto appositamente progettato per garantire un’ampia escursione e una eccellente elasticità. Questo supporto garantisce silenziosità, solidità e resistenza senza eguali.

Profilate nella zona spalle, tutte le doghe sono dotate di speciali cursori nella zona centrale che consentono di regolare facilmente e a proprio piacimento la rigidità del supporto.

Le doghe sono inoltre strutturate su sette zone di rigidità differenziata con escursione progressiva (inserto blu escursione ampia e maggior accoglienza, inserto rosso escursione frenata e maggior sostegno), per consentire alla rete di assecondare al meglio il funzionamento dei materassi e fornire un preciso supporto ai diversi pesi del corpo.

 

La rete Sound offre un supporto perfetto a tutti i tipi di materasso: a molle, in Bultex, in lattice, in materiali viscoelastici.

Struttura: in legno
Doghe: in multistrato di faggio

Larghezza doghe: 38 mm

28 doghe per piazza nel modello con lunghezza 190-195 cm
30 doghe per piazza nel modello con lunghezza 200 cm

Sound modello con MOVIMENTO MANUALE

Sound Manuale consente di alzare sia la zona testa che la zona piedi, regolandone l’inclinazione su diverse posizioni.

Il movimento è garantito da due snodi indipendenti (uno alzatesta e uno alzapiedi), ciascuno dotato di una doppia cremagliera.
Il modello matrimoniale è dotato di due alzate indipendenti sia per la testa che per i piedi all’interno di un unico telaio: ciò consente di regolare la rete nella parte destra e nella parte sinistra su altezze differenti.

Sound modello con MOVIMENTO MOTORIZZATO

Sound Motorizzata  consente di alzare sia la zona testa che la zona piedi, regolandone l’inclinazione su diverse posizioni.

Il movimento è garantito da una doppia alzata indipendente (una alzatesta e una alzapiedi) a movimento elettrico, con alzaguanciale nella parte testa, per un maggior comfort della zona cervicale, e doppio snodo nella parte piedi, per meglio adeguarsi alla naturale biometria del corpo.

Il motore è provvisto di serie del sistema Stop Current che blocca il passaggio della corrente quando i motori non vengo azionati, e di una batteria per i movimenti di emergenza in caso di assenza di tensione.

Il modello matrimoniale è dotato di due alzate indipendenti all’interno di un unico telaio: ciò consente di regolare la rete nella parte destra e nella parte sinistra su altezze differenti.

La rete viene fornita dotata di telecomando a filo. Su richiesta può essere acquistato anche il telecomando ad infrarossi.

Per ulteriori informazioni e per conoscere i prezzi, rivolgiti al tuo rivenditore Bultex o Epeda di zona!

www.epeda.it

www.bultex.it

www.literieitalia.com

scritto da on Benessere, Materassi, Piano letto, Rete, Sistema Letto, Sleep

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Avete acquistato un materasso di qualità ma continuate a non essere soddisfatti delle vostre ore di riposo?

Spesso il problema non dipende dal materasso, ma dal piano letto a cui è abbinato! Il livello di comfort complessivo del sistema letto dipende infatti da entrambe le componenti, rete e materasso: per un sonno tranquillo e confortevole, è importante che le loro prestazioni si completino a vicenda.

Per riposare bene il sistema letto deve garantire un giusto sostegno e offrire un’accoglienza adeguata. Il materasso è responsabile dell’adeguamento alle forme del corpo ma deve fornire anche sostegno ed elasticità, mentre la rete, o più correttamente supporto, deve sostenere la maggior parte del peso, adeguarsi alle pressioni più forti, soprattutto nella zona dei fianchi e delle spalle.

E’ quindi la base letto che assorbe circa un terzo delle forze esercitate sul letto dal peso e dai movimenti di chi dorme: oltre a sostenere il corpo, una base letto adeguata contribuirà a favorire il rilassamento della muscolatura e ad attutire i movimenti, in modo da non disturbare chi ci dorme accanto.

Una base troppo rigida rispetto al materasso non permette l’accoglimento del bacino e il mantenimento di una corretta posizione di riposo della colonna vertebrale.

Con una rete troppo morbida, invece, si rischia l’effetto “amaca”: la schiena tende a curvarsi a “V” rendendo difficoltosi i movimenti e impedendo il rilassamento durante il sonno.

In entrambi i casi si potrebbe andare incontro al tanto temuto mal di schiena e a dolori articolari, che compromettono il riposo e il benessere complessivo della persona!

La flessibilità del supporto rete deve insomma essere adeguatamente abbinata al tipo di materasso!

Per i materassi in lattice o in schiuma sono più indicate le reti a doghe flessibili, mentre per i materassi a molle e di alto profilo sono perfette le reti a doghe fisse. Nel caso dei materassi a molle e di quelli a molle indipendenti, infatti, il lavoro di adattamento alla forma del corpo viene eseguito principalmente dalle molle stesse, che ammortizzano la pressione esercitata dal corpo. Si possono quindi adagiare su un piano letto con doghe in legno, che permette al materasso a molle di mantenersi dritto e stabile sul piano d’appoggio.

Ecco quindi un errore da evitare: mettere un materasso nuovo su una rete vecchia, su una rete inadatta oppure posizionare una tavola tra il materasso e la rete. Tutto ciò non solo ridurrà il comfort, ma farà diminuire la vita utile del materasso nuovo: questo durerà soltanto un terzo rispetto a un materasso posizionato su una rete nuova.

Per essere pienamente soddisfatti delle prestazioni di un materasso e per prolungarne la durata nel tempo è opportuno scegliere una base letto di qualità e complementare al materasso al momento dell’acquisto: i consulenti sapranno consigliarvi e aiutarvi a selezionare la rete più idonea per ottimizzare i benefici, il comfort e la durata del materasso prescelto.

 

scritto da on Benessere, Piano letto, Relax, Rete, Sistema Letto

Nessun commento

  • Facebook
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Add to favorites

Per un riposo sano e rigenerante è necessario combinare adeguatamente tre elementi principali del sistema letto, che interagiscono tra loro: il materasso, il guanciale e il piano letto. Prestare attenzione a ciascuna di queste tre componenti è fondamentale per favorire un sonno di qualità. Vediamo quindi “cosa c’è sotto”…

Le basi letto in commercio si differenziano per materiali e tipologia di struttura (basi a molle, basi a doghe, piano listellare e piano armonico), ma tutte svolgono due importanti funzioni:
- determinano l’ergonomia del letto e le prestazioni del materasso,
- consentono la circolazione dell’aria e favoriscono la traspirazione e l’igiene dell’intero sistema letto, caratteristica particolarmente importante per chi soffre di allergie.

Un buon piano letto migliora la capacità di adattamento del materasso alle sollecitazioni del peso corporeo, senza perdere la funzione di sostegno e può contribuire attivamente al comfort del letto,prolungando la durata del materasso, assorbendo circa un terzo del nostro peso e compensando le pressioni più forti, esercitate dai fianchi e dalle spalle.

Per consentirci di riposare bene, la miglior soluzione è un supporto flessibile in grado di rispondere in modo personalizzato alle sollecitazioni.
Per questo Literie Italia propone una gamma di soluzioni differenziate, tutte con doghe in legno di faggio.
Il sistema di listelle convesse, racchiuse in un robusto telaio, offre un sostegno confortevole ed un’eccellente elasticità, che permette di prolungare la durata del materasso.
Il multistrato di faggio, resistente e naturalmente elastico, garantisce un funzionamento uniforme su tutto l’arco di curvatura e la massima flessibilità per tutta la lunghezza della doga, che si adatta al corpo anche nei punti in cui viene esercitata la maggiore pressione.
Il legno è scelto inoltre per la durata nel tempo, il calore al tatto e la silenziosità.
Anche gli altri materiali, le parti metalliche e i supporti delle doghe, sono selezionati con cura per garantire prestazioni durevoli e il giusto abbinamento con i diversi tipi di materasso.

Per ottenere un sistema letto di qualità eccellente, è indispensabile non trascurare nessuno degli elementi che lo compongono: al momento dell’acquisto il consulente saprà consigliare il piano letto più adeguato in abbinamento a ciascun materasso e alle caratteristiche fisiche della persona, per garantire a lungo benessere e salute.